Fioriscono le vocazioni dell'ocds di Milano

Domenica 18 maggio  - la quinta dopo la Santa Pasqua - abbiamo ascoltato, dalla Lettera di San Paolo ai Filippesi, queste parole:
 «È Dio infatti che suscita in voi il volere e l’operare secondo il suo disegno d’amore» (Fil 2,13)

Ed è stata proprio la risposta al disegno d’amore di Dio che ha condotto la nostra sorella Annamaria a pronunciare, durante la Santa Messa, la promessa definitiva nell'Ordine Secolare dei Carmelitani Scalzi davanti a tutti i confratelli e a Padre Claudioil nostro Assistente Spirituale; mentre Benedetta e Laura hanno chiesto di essere ammesse in  Comunità per iniziare il periodo di formazione.
Durante l’omelia Padre Claudio ha ricordato a tutti noi come il seguire Gesù coincida con l’accoglienza e l’osservanza dei suoi comandamenti, soprattutto l’amore vicendevole, facendo «tutto senza mormorare e senza esitare» (Fil 2,14) nell’esercizio delle virtù cristiane, come anche la Santa Madre ci insegna: «Il Signore vuole opere» (5M 3,11), procurando «di vedere nel nostro prossimo nient’altro che le virtù e le buone opere» (V 13,10).
Nel pomeriggio abbiamo festeggiato per condividere la gioia di questo evento.

È stato un momento importante per la nostra Comunità perché questo “nuovo inizio” di Annamaria, Benedetta e Laura ci ha rinfrancato nella speranza e nella letizia, grati al Signore  che, attraverso la gioia e l’entusiasmo che trasparivano dai loro sguardi, ci ha dimostrato ancora una volta la tenerezza della sua vicinanza."